Loading the content... Loading depends on your connection speed!





Opzioni di ricerca

Barometro Economia: In Campania l’impresa è sempre più giovane

Il “Barometro dell’Economia” di Febbraio 2016 si focalizza sui dati pubblicati da SRM sulle dinamiche competitive e sulle aspettative economiche dei giovani imprenditori italiani ed in particolare meridionali.

Complice anche il vento di ripresa, la voglia di lanciarsi nel mondo imprenditoriale resta forte, soprattutto nel Mezzogiorno e nella Campania, territori con una forte intensità di imprenditoria giovanile (sotto i 35 anni). La Campania si colloca al secondo posto nella classifica italiana per numero di giovani imprenditori, dopo la Lombardia. In Campania sono, infatti, presenti 77.796 imprese giovanili, circa il 13,7% del totale delle imprese regionali; nel Mezzogiorno il dato è del 12,6%. Questi numeri, confrontati con la media nazionale (pari al 10%), esprimono con evidenza il ruolo ed il peso che i giovani imprenditori meridionali ricoprono sul territorio.

Rilevante è, inoltre, la presenza delle donne nel tessuto imprenditoriale giovanile; nell’ambito degli under 35, infatti, 1 impresa su 3 è a tradizione femminile. Per la Campania, in particolare, si rileva un valore assoluto pari a 21.937 imprese ed un tasso del 28,2% (dato Mezzogiorno 28,6%; Italia 28,1%). Il ruolo ed il peso della componente femminile in ambito giovanile è ancor più evidente se si considera che, analizzando l’intero universo imprenditoriale, il tasso di presenza di imprese guidate da donne scende al 22,9% (23,5% per il Mezzogiorno e 21,6% per l’Italia).

Le risultanze dell’Osservatorio, evidenziano alcuni elementi significativi. In primo luogo, l’indice di fiducia dei giovani imprenditori italiani continua a crescere nella seconda parte dell’anno e ciò si verifica in tutte le aree geografiche (si ricorda che circa il 34% delle imprese giovanili sono di nuova costituzione). Il merito è naturalmente del fatto che la percezione della situazione italiana attuale è meno critica come pure quella meridionale mostrando i primi segnali di ripresa: l’indice di fiducia delle imprese giovani meridionali, in crescita (da 101,7 a 103,1), si posiziona su livelli superiori al dato nazionale (101,8).

Relativamente all’internazionalizzazione, i giovani imprenditori italiani, mostrano una buona propensione ad esportare (15,6) ed una interessante capacità di sviluppare collaborazioni commerciali (19), tecnologiche (24,6) e produttive (24,5). Dal confronto con i risultati di un’analoga indagine di gennaio 2015, è interessante notare, per l’Italia, un chiaro miglioramento delle valutazioni dei giovani imprenditori su diversi fattori di internazionalizzazione.

In riferimento al contesto meridionale, la valutazione espressa dai giovani imprenditori meridionali sulla propensione all’esportazione, dopo il calo notevole nella precedente indagine (da 27,4 a 0) recupera e ritorna a crescere (giudizio medio sale a 29,3) posizionandosi su livelli maggiori rispetto al giudizio medio nazionale.

Per quanto riguarda l’innovazione, i giudizi appaiono migliori. Dall’analisi risulta che i giovani imprenditori italiani dichiarano di essere più propensi degli altri imprenditori a realizzare innovazione (giudizio medio positivo 32,9) e dal confronto dei dati con l’indagine precedente si riscontra un miglioramento nella capacità di reperire finanziamenti pubblici e privati (da -2,5 a 10,9). Anche gli imprenditori giovani meridionali manifestano una buona percezione di sé, rispetto al sistema generale delle imprese nella propensione ad innovare (un saldo positivo di 46,1) in crescita (era 7,5). Inoltre al pari del dato nazionale, presentano un giudizio positivo – in evoluzione – nella capacità di reperire all’esterno finanziamenti per realizzare le operazioni di innovazione (-6,3 a 23,1).

In conclusione, se è vero che la competitività anima la crescita, i risultati dell’Osservatorio Congiunturale sui Giovani Imprenditori di SRM (disponibili su sr-m.it) evidenziano un tessuto imprenditoriale ben dotato di fattori strategici di sviluppo e quindi pronto a cogliere le nuove sfide economiche che si affacciano sui mercati globali.

 

Il Barometro dell’Economia è la rubrica mensile de “Il Mattino” realizzata da SRM in collaborazione con il Banco di Napoli.

Condividi
Mobile version: Enabled