Loading the content... Loading depends on your connection speed!

Internazionalizzazione Calabria

La regione Calabria, con un indicatore di Apertura internazionale pari a 50,40, si posiziona al 17° posto nella classifica regionale del sistema Italia. Dei diversi aspetti indagati, prevale un’internazionalizzazione di tipo “infrastrutturale” il cui indice è pari 61,66 per il quale la Calabria recupera quattro posti in classifica.

Tale regione sta seguendo, nel periodo 2006/2012, un percorso di crescita positivo e lineare (da 10.000 nel 2006 a 13.944403 nel 2012), conforme a quello meridionale e nazionale, ma più intenso. Infatti il valore dell’indice dinamico di apertura internazionale generale si mantiene su livelli superiori. Tale fenomeno è anche spiegato dal minor rilievo dei dati regionali di partenza.

Analizzando i singoli indicatori si rilevano le seguenti caratteristiche:

  • L’indice economico di apertura internazionale presenta un valore superiore al dato del Mezzogiorno e dell’Italia. L’indicatore dinamico IIE presenta un trend altalenante, assumendo valori superiori a quelli del Mezzogiorno e dell’Italia;

 

  • L’indice sociale di apertura internazionale presenta un valore superiori sia al dato italiano che meridionale caratterizzando tale area geografica per l’aumento sia della popolazione straniera e degli studenti stranieri. Analizzando le altre componenti di tale indice si rileva per tale regione  una minore dinamica nell’arrivo di turisti stranieri rispetto al Mezzogiorno. Il trend dell’IIS si presenta molto positivo, con un tasso di crescita maggiore sia rispetto alle altre aree geografiche che rispetto agli altri indici di internazionalizzazione della regione, superando ampiamente i livelli del 2006.

 

  • In riferimento alla dinamica, diverso è il trend dell’indicatore infrastrutturale della Calabria rispetto a quello del Mezzogiorno e dell’Italia. Mentre quest’ultimo è pressoché statico nei primi quattro anni e crescente nell’ultimo, quello della Calabria è altalenante, e chiude il quinquennio 2006/2012 con un rilevante calo, tale da scendere molto al di sotto del livello del 2006 (da 10.000 nel 2006 a 8.099 nel 2012).

 

 

Mobile version: Enabled