Loading the content... Loading depends on your connection speed!





Opzioni di ricerca

Massimo DEANDREIS confermato presidente GEI per il triennio 2017-2019

Si è tenuta a Milano il 21 aprile 2017 mattina l’Assemblea del GEI -Associazione Italiana degli economisti d’Impresa che ha eletto il nuovo Consiglio Direttivo e confermato il presidente Massimo Deandreis, torinese, direttore di SRM Centro Studi collegato al Gruppo Intesa Sanpaolo, per il triennio 2017-2019. SCARICA IL COMUNICATO STAMPA INTEGRALE

Il GEI nasce nel 1977 per diffondere la cultura dell’economia d’impresa in Italia. Oggi è un’importante community impegnata nello scambio di esperienze e informazioni e nello studio degli scenari economici. Il GEI raggruppa affermati economisti che operano nei più importanti centri di ricerca del Paese, in primari istituti bancari, nel settore industriale e dei servizi oltre che nel mondo universitario. L’Assemblea ha rinnovato inoltre la composizione del Consiglio Direttivo. Alla carica di segretario generale è stato confermato Giampaolo Vitali, ricercatore del CNR.

Dopo l’Assemblea si è tenuta l’annuale Tavola Rotonda che il GEI organizza in ricordo di Franco Momigliano, quest’anno dedicata al tema “Economia Circolare e Industry 4.0: un connubio per ripensare lo sviluppo industriale”.

L’incontro è stato aperto dai saluti del Presidente GEI a cui è seguito un intervento introduttivo sul tema di Massimiano Tellini, responsabile del progetto Circular Economy presso l’Innovation Center. A seguire tre esempi di aziende che hanno avviato progetti in cui il processo produttivo incorpora il riutilizzo di scarti quali nuovi componenti di materia prima, anche grazie alle nuove tecnologie e a piattaforme condivise.

Roberto Menta, Direttore del Dipartimento Nutrizione e sostenibilità della Ferrero di Alba ha parlato di economia circolare nell’industria alimentare; Maurizio Venturi di IBM si è soffermato sull’esperienza e il punto di vista di un grande operatore industriale dell’IT mentre Paolo Scudieri, presidente del gruppo di famiglia Adler (attivo nel settore automotive e aerospazio nel napoletano) ha illustrato esperienze di sostenibilità in un’azienda metalmeccanica.

E’ seguito un dibattito, animato da Francesco Antonioli giornalista del Sole 24 Ore, in cui sono intervenuti tre economisti: Gregorio De Felice Chief Economist di Intesa Sanpaolo, Alessandra Lanza, partner di Prometeia e Andrea Goldstein Direttore di Nomisma.

Massimo Deandreis, presidente GEI “Sono felice che la mia rielezione abbia coinciso con il tradizionale convegno che il GEI dedica in ricordo di Franco Momigliano che è stato tra i fondatori della nostra associazione. Quest’anno abbiamo focalizzato l’incontro su un tema che rappresenta una vera sfida per il futuro del sistema produttivo: come rendere sinergico lo sviluppo dell’industria manifatturiera con quello di altri settori: agricoltura, turismo e servizi. In passato la crescita dell’industria è stata vista in antitesi con quella di altri comparti produttivi e con il rispetto dell’ambiente e del territorio. Ora le nuove tecnologie, e i modelli di economia circolare, rendono questa sfida possibile. Compito del GEI, che riunisce stimati economisti italiani, non è solo quello di guardare all’andamento corrente dell’economia, ma anche interrogarsi e riflettere sulle sfide future; oggi abbiamo posto l’accento su un tema che diverrà sempre più centrale, e su cui emergono esempi virtuosi di imprese sia al Nord che nel Mezzogiorno”.

Condividi
Mobile version: Enabled