20
Lug
2021
News

Il Mezzogiorno frontiera «osmotica» tra Europa e Med e riserva energetica del Paese

Il Direttore di SRM, Massimo Deandreis è intervenuto lo sorso 19 giugno a Maratea nel corso della prima edizione di Sud&Nord - "Villa Nitti accorcia le distanze" nell'ambito della sessione Servizi e Innovazione.

L'evento organizzato da Fondazione Nitti e Associazione Merita dal titolo "Umanesimo digitale - L'economia della conoscenza per lo sviluppo del Mezzogiorno", riprende il tema – caro a Francesco Saverio Nitti - delle relazioni economiche, sociali, culturali e politiche che intrecciano i destini di ogni parte d’Italia. Un tema centrale per tutti coloro che hanno a cuore la costruzione di un Paese unito e protagonista dello sviluppo europeo e internazionale. 

L'intervento di Deandreis ha evidenziato il Valore aggiunto della componente «servizi» nel Mezzogiorno, che supera i 282 miliardi di euro e copre il 79,1% del totale (Italia: 74%). In particolare, "Trasporti e Logistica" e "Energy" ne rappresentano due branche significative. I due ambiti insieme generano 30 miliardi di euro di V.A. diretto e supportano lo sviluppo dell’economia del Mezzogiorno.

Il Mezzogiorno rappresenta infatti un ponte logistico ed energetico al servizio dell’area Euro-Med.

Portualità e logistica sostenibile, poi, insieme a green energy, sono gli ambiti sui quali si gioca lo sviluppo del Mezzogiorno, ma anche il rafforzamento del ruolo geo-economico dell’Italia. Le sinergie tra elettricità verde, gas e idrogeno possono essere la chiave per il futuro.

CONSULTA LA PRESENTAZIONE cliccando sull'allegato sottostante. 

Pubblicazioni Correlate

© Copyright 2021 S.R.M. Studi e Ricerche per il Mezzogiorno - P.iva 04514401217

© Copyright 2021 SRM services - P.Iva/C.F.: 09117291212 - Privacy policy

Powered by

Ti stiamo reindirizzando su