11
Mar
2022
News

Le risposte delle imprese su corridoi e gestione logistica, digitalizzazione, sostenibilità e PNRR

Anche quest’anno SRM e Contship Italia hanno realizzato l’attesa Survey (che ormai è alla sua IV edizione) “Corridoi ed efficienza logistica dei territori”, con lo scopo di portare elementi di analisi di rilievo per aumentare la competitività della logistica italiana e che ci porta delle conferme, ma anche non poche novità rispetto agli anni precedenti. La Survey ha interessato 400 aziende manifatturiere che esportano e/o importano via container localizzate in Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto. 

Vediamo quali sono alcuni degli aspetti più interessanti emersi dalle interviste alle imprese manifatturiere.

Corridoi e gestione logistica

  • Genova secondo i dati resta il porto più utilizzato dalle imprese per le loro esportazioni (lo dichiara il 68% delle aziende localizzate nell’area). Venezia e La Spezia si confermano tra i porti più utilizzati dalle imprese rispettivamente per il 23% e il 18% nelle operazioni di export. Per le importazioni importante crescita di Ravenna che raggiunge il 28%.
  • In ripresa l’utilizzo del trasporto intermodale da parte delle imprese. Nella Survey 2021 il dato era del 10%, nel 2022 passa al 23%.
  • Migliora il dato della resa Ex Works (vale a dire la logistica gestita del compratore estero) passando dal 79% al 60% (per le imprese che lo utilizzano in export); la percentuale resta ancora alta per generare un deciso vantaggio a favore della logistica italiana.
  • Per i flussi logistici in export, l’Europa resta uno dei principali mercati di riferimento per il 61% (65% nell’edizione precedente) delle imprese (Spagna e Francia i paesi dove sono diretti i maggiori flussi rispettivamente del 22% e del 16%); cresce leggermente la tendenza ad esportare in Nord America, in particolare negli USA (20%). In Import, Spagna (22%) e Francia (11%) restano i principali partner delle imprese; interessante anche il dato di alcuni paesi asiatici: Cina (9%) e Giappone (8%).

Sostenibilità

  • Crescono sia l’offerta che la domanda di sostenibilità. L’offerta è misurata dalla percentuale di aziende che considerano la sostenibilità una variabile strategica (cresciuta dal 27% del 2021 al 35%). La domanda è misurata dalla percentuale di aziende che percepiscono i propri clienti come fortemente sensibili al tema: la percentuale delle imprese passa dal 37% al 54%.

Digitalizzazione

  • Aumenta il numero di aziende che dà un’importanza “molto alta” alla digitalizzazione: da 68% a 82%. Il dato sale al 98% se si considera le imprese che considerano di importanza “media” la digitalizzazione.
  • Dalla Survey emerge che il 62% delle imprese già utilizza o è intenzionata ad utilizzare piattaforme digitali nella gestione della logistica in export. 59% in import. Quindi una digitalizzazione che inizia ad affacciarsi in modo molto deciso nei processii logistici.

PNRR

  • Il 36% delle imprese intervistate dà una valutazione positiva al PNRR sia in merito alle risorse impiegate che alla qualità del piano degli investimenti. Il 28% valuta solo le risorse adeguate e il 21% solo il piano. In totale, l’85% esprime un parere positivo, parziale o totale, sul PNRR-

Logistica distrettuale

Quest’anno è stato selezionato il distretto dei metalli di Brescia come ulteriore approfondimento dell’analisi da un punto di vista economico-territoriale.

  • Sia per i porti (il 100% sceglie Genova e il 38% La Spezia in export) che per i mercati (il 43% importa dal Nord America e l’86% dall’Asia) le scelte sono piuttosto polarizzate.
  • L’utilizzo dell’intermodale si attesta sul 13% e la maggior parte delle imprese (93%) ritengono alta la domanda di sostenibilità.
  • L’87% delle imprese dà un’importanza “alta” alla digitalizzazione.

 

La Survey 2022 Contship/SRM “Corridoi ed efficienza logistica dei territori” conferma alcune tendenze (crescita dell’attenzione ai temi della sostenibilità e della logistica) e riporta alcune inversioni di tendenza come quella relativa al ricorso alla resa Ex Works in export. L’intermodalità resta un nodo cruciale da risolvere per la sostenibilità e per la competitività della logistica e della manifattura italiana, mentre le peculiarità distrettuali vanno interpretate in una necessità ancora maggiore di interventi e investimenti per l’evoluzione del sistema logistico.

Stampa
Corridoi ed efficienza logistica dei territori - Edizione 2022

Il Report giunge alla sua quarta edizione e continua ad esplorare come punti di origine e destinazione dei flussi commerciali, disponibilità dei servizi marittimi e infrastrutture logistiche, determinino la scelta di corridoi specifici da parte delle 400 imprese manifatturiere italiane localizzate in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, analizzando le preferenze logistiche legate all’utilizzo dei porti gateway italiani e alle modalità utilizzate per trasferire la merce da e verso i porti, con un focus finale sul distretto dei metalli di Brescia. Lo studio approfondisce inoltre alcuni temi di attualità nel mondo della logistica, analizzando l’importanza attribuita e le azioni messe in campo dal campione di imprese partecipanti alla survey.

I focus di quest’anno abbracciano i temi della sostenibilità, le risorse messe a disposizione dal PNRR e la crescente domanda di digitalizzazione nella logistica.


Scarica qui il report

Gratis!
Scopri di più

© Copyright 2021 S.R.M. Studi e Ricerche per il Mezzogiorno - P.iva 04514401217

© Copyright 2021 SRM services - P.Iva/C.F.: 09117291212 - Privacy policy

Powered by

Ti stiamo reindirizzando su