30
Mar
2022
News

L'opportunità per la Calabria di un rilancio strutturale, sostenibile e durevole

SRM pubblica lo studio "Il ruolo della Calabria nel processo di ripresa e resilienza. Tra competitività, innovazione e sostenibilità" che descrive l’opportunità per la Calabria - grazie alle ingenti risorse disponibili - di attivare un rilancio strutturale, sostenibile e durevole della propria economia. Il successo sarà strettamente legato al ruolo dei pilastri portanti dell’economia regionale ed ai fattori competitivi trasversali.

1. SETTORE AGROALIMENTARE

Un primo pilastro strategico è rappresentato dalla rilevante specializzazione produttiva della Calabria nell’agroalimentare: con un valore aggiunto al 2019 di 2 mld € tale filiera realizza il 7% dell’economia della regione (Sud 5,5%, Italia 4%). Ancor più evidente è in termini di export, esprimendo quasi la metà dell’export della regione (49,2%, a fronte del 19% del Mezzogiorno e del 10,7% dell’Italia). L’agroalimentare rappresenta un punto imprescindibile per la competitività dell’intera regione, non solo per l’impatto economico e l’attrattività internazionale, ma anche per il boost che può dare alla transizione green, alla transizione tecnologica e all’attrattività del capitale umano.

2. SETTORI TURISMO NATURA ENOGASTRONOMIA

Un secondo pilastro strategico è rappresentato dai settori "Turismo Natura Enogastronomia". La filiera turistica pesa il 6% sul valore aggiunto della regione, percentuale che sale all’11% se consideriamo anche l’indotto che essa genera. La Calabria si caratterizza per una permanenza media di 5 giorni, la più alta di quanto rilevato per le altre regioni italiane (valore medio nazionale 3,3 notti), caratteristica legata all’attrattività balneare dell’area. La valorizzazione del potenziale turistico (trinomio turismo-natura-enogastronomia) consentirebbe di accresce l’attrattività regionale ed extraregionale del territorio, alimentando la domanda anche nella stagione non estiva. Occorre investire ora in digitale, sostenibilità e diversificazione dell’offerta turistica per essere più forti domani.

3. PORTUALITÀ

Un terzo pilastro strategico è il valore del porto di Gioia Tauro per l’economia della Calabria. Lo scalo calabrese ha un peso rilevante nella portualità italiana: incide per l’8% sulla movimentazione delle merci complessive del nostro Paese e nel segmento del traffico dei container addirittura ne concentra un terzo (dati al 2021). Il porto di Gioia Tauro, vocato al traffico di transhipment, potrebbe avere uno sviluppo importante grazie all’entrata in vigore della Zona Economica Speciale, la quale potrà essere in grado di attrarre investimenti manifatturieri, e questi potranno capitalizzare la rete di collegamenti mondiali di cui il porto di Gioia Tauro è dotato. Lo scalo avrebbe a sua volta l’opportunità di diversificare la propria vocazione, diventando anche un porto “gateway” in grado cioè di servire il proprio territorio. Il PNRR ha stanziato a favore della ZES Calabria 111,7 mln. Inoltre, migliorando la qualità delle infrastrutture ferroviarie il porto si trasformerebbe anche in un centro di logistica.

4. ENERGIA

Un quarto pilastro strategico è il ruolo centrale dell’energia. La Calabria è seconda tra le regioni del Mezzogiorno quanto a produzione di energia elettrica. 16,7 miliardi sui 100,7 miliardi di Kwh complessivi della macroarea sono stati generati in questa regione (pari a circa il 6% del totale nazionale). Nel complesso della generazione da rinnovabili è quarta tra le regioni del Sud, con un mix di produzione elettrica in cui è forte il peso dell’eolico e delle biomasse. I KWh prodotti da queste due fonti (3,4 miliardi) sono pari al 69% del totale rinnovabile prodotto nella regione. In particolare, per le bioenergie è seconda dietro la Puglia con una produzione pari ad un quarto del totale generato dagli impianti di questa fonte localizzati nel Mezzogiorno.

È seconda anche per produzione di energia idroelettrica, con un peso del 21% sul totale della Macroarea.

 

PUNTARE SUI FATTORI ABILITANTI

Per stimolare le potenzialità economiche della Calabria è essenziale puntare sui principali fattori abilitanti. In particolare:

  • la digitalizzazione e innovazione. Dall’analisi del Regional Innovation Scoreboard (RIS) si rileva che la Calabria si colloca tra gli Emerging Innovators. Tuttavia non mancano alcune performance innovative positive come un’accentuata voglia di impresa (il tasso di crescita delle imprese nel 2021 è dell’1,62% contro il 1,42% dell’Italia, Sud +1,79%), un tasso di imprenditorialità giovanile elevato ((11,8%, in Italia 8,9%) ed una presenza crescente di PMI innovative (nell’ultimo biennio d 14 a 41) e di Start up innovative (da 228 a 267 ).
  • investire ancor di più sulla formazione del capitale umano in modo tale da ridurre le distanze e aprire l’area ad un contesto sempre più internazionalizzato. Bisogna evidenziare come nel corso degli anni la situazione in Calabria sia in miglioramento: ad esempio, il tasso dei NEET è calato di oltre 5 p.p. rispetto al 2015 (era pari a 39,9) mentre il tasso di abbandono scolastico è in discesa dopo il picco registrato nel 2018 con un valore del 20,3%.
Stampa
Il ruolo della Calabria nel processo di ripresa e resilienza. Tra competitività, innovazione e sostenibilità

La mole di risorse a disposizione per i prossimi anni è notevole e la Calabria può cogliere l’opportunità di attivare un rilancio strutturale, sostenibile e durevole della propria economia, accelerando i ritmi di ripresa che al momento si prevede siano più lenti rispetto al Mezzogiorno ed all’Italia. Il successo sarà strettamente legato al ruolo dei pilastri portanti dell’economia regionale ed ai fattori competitivi trasversali: 1) Agroalimentare; 2) Turismo Natura Enogastronomia; 3) Porto di Gioia Tauro; 4) Energia.

Per stimolare le potenzialità economiche della Calabria è essenziale puntare sui principali fattori abilitanti. In particolare: digitalizzazione, innovazione e formazione del capitale umano.

Gratis!
Scopri di più

© Copyright 2021 S.R.M. Studi e Ricerche per il Mezzogiorno - P.iva 04514401217

© Copyright 2021 SRM services - P.Iva/C.F.: 09117291212 - Privacy policy

Powered by

Ti stiamo reindirizzando su