Loading the content... Loading depends on your connection speed!

Opzioni di ricerca

Cerca

Showing 141–150 of 162 results

Dossier Unione Europea 1 – 2014

Il Dossier in questo nuovo numero apre con un interessante intervento di Alfonso Iozzo del Movimento Federalista Europeo focalizzato sull’opportunità che i Paesi del Mediterraneo possono rappresentare per il futuro dell’Europa.
Numerosi poi i saggi frutto delle collaborazioni con il Ministero degli Affari Esteri, l’Area Mezzogiorno di Confindustria, l’OCSE, l’EPEC e l’Associazione “Prospettiva Europea”.  Nella rubrica sull’internazionalizzazione è possibile leggere l’intervista a Lila Nad Fodor, Deputy Finance and Administration Department Manager dell’impresa serba AD Fabrika Secera TE-TO Senta. Per quanto riguarda infine la parte della rivista dedicata alle infrastrutture, il Dossier prosegue la sua blue line editoriale, rivolgendo particolare attenzione ai settori dello shipping e della portualità, con interviste a Emanuele Grimaldi, Amministratore Delegato Grimaldi Group; Michele Pappalardo, Presidente Federagenti; e Orazio stella, Amministratore Delegato Maersk.
Il numero si chiude con la sezione online dedicata ai bandi di gara europei.

Free!
Condividi
Details
Bollettino Mezzogiorno 1-2014

Al III trimestre del 2013 nel Mezzogiorno sono attive circa 1 milione e 690 mila imprese e rappresentano il 32,5% delle imprese attive in tutta Italia. Si evidenzia un calo rispetto al III trimestre del 2012 (-1,1%); riguardo alle forme giuridiche, mentre si riduce il numero delle imprese individuali (-1,9% a 1.186.092 imprese) e quello delle società di persone (-1,8% a 206.932 imprese), crescono le società di capitali (+3,2% a 245.355 imprese). Una tendenza analoga si riscontra anche nel Centro-Nord e in Italia. Il settore che ha registrato il calo maggiore delle imprese attive nel Mezzogiorno è stato quello agricolo (-3,6%), seguito dalle costruzioni (-2,6%) e dal manifatturiero ( -2,1%). Nei primi nove mesi del 2013 il Mezzogiorno ha fatto registrare un interscambio commerciale con l’estero pari a circa 71 miliardi di euro, in calo dell’ 8,1% rispetto ai primi nove mesi del 2012; le importazioni sono state pari a 40 miliardi (in calo del 6,9%) e le esportazioni pari a 31,3 miliardi di euro (in flessione del 9,5%). La forza lavoro nel Mezzogiorno al terzo trimestre 2013 è stata composta mediamente da circa 7 milioni e 200mila persone (il 28,5% della forza lavoro totale italiana), in diminuzione del 1,9% rispetto allo stesso periodo del 2012. Il numero di occupati si è ridotto (-5,4% a 5 milioni e 875 mila persone) ed è aumentato il numero di disoccupati +17,3% (+12,5% nel Centro-Nord e +14,6% In Italia).

Free!
Rassegna Economica 1 / 2013

Ampiezza e dinamiche dell’economia sommersa ed illegale La struttura di questo numero di Rassegna è articolata in cinque parti: il peso dell’economia sommersa e illegale, che propone una valutazione complessiva del sommerso e dell’illegale espressa in termini quantitativi; l’economia illegale, dove si approfondiscono tra l’altro eventuali antidoti e forme di governo del territorio; la corruzione, dove si prospettano analisi micro e macro di un fenomeno complesso che sfocia poi nell’illecito; il sommerso nelle varie forme che esso può assumere, da quello fiscale, al legame con il mondo della finanza, dalle tematiche aziendale a quelle specificatamente territoriali. Nell’ultima parte poi vengono proposti approfondimenti di alcuni modelli teorici ed anche un confronto internazionale tra paesi sui temi dell’economia sommersa e illegale. Ogni articolo esamina quindi un particolare aspetto dell’economia “ombra”: l’ammontare, i margini di diffusione e crescita, le nuove frontiere del sociale per contrastarla, il ruolo della governance e le policy, l’internazionalizzazione del fenomeno, il suo valore sistemico e taluni aspetti infrastrutturali.

Free!
Dossier Unione Europea 2-2013

Questo numero di fine anno del Dossier è dedicato a due temi di forte attualità che coinvolgono direttamente il nostro Paese, sia per gli aspetti collegati alle imprese, sia per quelli collegati alle infrastrutture: l’internazionalizzazione ed il trasporto marittimo. Le collaborazioni che hanno caratterizzato questo numero sono quelle con il Ministero dello Sviluppo Economico, l’Area Mezzogiorno di Confindustria, l’EPEC, il Servizio Studi di Intesa Sapaolo e l’Associazione “Prospettiva Europea”. Numerose poi le interviste. Per lo speciale internazionalizzazione abbiamo ascoltato la testimonianza  dei CEO delle imprese Walter Tosto e Letrika, nonché il Presidente di Oleifici Mataluni – Olio Dante. Per il focus sul trasporto marittimo: il Vice Presidente e Responsabile dell’Area Terminal Marittimi di CONTSHIP; i Presidenti di ASSOFERR e dell’International Propeller Clubs. Ed infine un’intervista al Direttore Affari Governativi del CLIA (Cruise Lines International Association). La rivista si completa con la consueta sezione online dedicata ai bandi di gara europei.

Free!
Quaderni di ricerca numero 22

In questo numero sono pubblicati i lavori dei giovani ricercatori vincitori della terza edizione del Premio Rassegna Economica, istituito in occasione degli 80 anni della storica rivista. Il Premio 2013 è rivolto a giovani laureati in discipline economiche e ha dato attenzione a due filoni di ricerca: 1) “Le dinamiche e le caratteristiche strutturali dell’economia del Mezzogiorno nel contesto competitivo nazionale ed internazionale” e 2) “Le relazioni economiche tra l’Italia ed il Mediterraneo”.

Free!
Dossier Unione Europea 1-2013

Questo numero del Dossier sottolinea l’importanza di definire strategie sempre più incisive per la crescita del sistema delle imprese, ne parliamo con “Mister PMI” Giuseppe Tripoli. Numerosi i saggi di questo numero frutto delle collaborazioni con il Ministero degli Affari Esteri, l’Area Mezzogiorno di Confindustria, l’EPEC, l’ANEA e con l’Associazione “Prospettiva Europea” – e tutte da leggere le interviste a: Vic Annells, Direttore Generale per il Commercio e gli Investimenti in Italia, UK Trade & Investment (UKTI) e Console Generale Britannico a Milano; Carlo Mearelli, Presidente Assologistica; Paolo D’Amico, Presidente Confitarma; Lars Anwandter, Divisione finanziamenti alle infrastrutture, BEI. Tra i settori europei driver della crescita, sono stati oggetto di analisi i comparti dell’ICT, della logistica e dello shipping. La rivista si completa con la consueta sezione online dedicata ai bandi di gara europei.

Free!
Rassegna Economica 1 / 2012

Turismo, fattore economico di sviluppo locale Alcuni approfondimenti su Governance, Tematismi e Aspetti infrastrutturali La Rassegna Economica dedica questo nuovo numero monografico al tema del turismo, considerato una vera risorsa per il Paese, capace di garantire uno sviluppo del territorio sostenibile e con una ricaduta «economica» e «sociale» in loco. In particolare, si discute insieme ad autorevoli economisti ed operatori del settore sui possibili miglioramenti della “competitività turistica” dei territori, ovvero sull’insieme di prodotti e dei differenziati tematismi d’offerta, sulle dinamiche di fondo del turismo, sull’aspetto dell’attrattività internazionale delle regioni italiane, sui processi e politiche di governance, sulla qualità dei servizi, sulle nuove frontiere del sociale, sul valore sistemico e sulla capacità moltiplicativa del turismo, sul ruolo del management e sugli aspetti infrastrutturali. Tutti elementi che determinano il livello di attrattività truistica di un’area, e di conseguenza anche il livello di ricchezza generata, misurata quantitativamente in termini di Pil (diretto, indiretto ed indotto).

Free!
Dossier Unione Europea 2-2012

Questo numero del Dossier si sofferma sull’analisi di temi e sull’andamento di alcuni settori che lasciano intravedere segnali di ripresa della nostra economia nazionale ed internazionale. È il caso del turismo, del settore high-tech dell’aeronautica, del trasporto marittimo. A quest’ultimo in particolare è stata dedicata la sezione “Infrastrutture” del Dossier, che con interviste e analisi ha approfondito le caratteristiche di un settore di importanza strategica per il nostro Paese e per l’intera Europa. In questo numero sono inoltre proposti focus sulla Slovacchia; sui nuovi strumenti di internazionalizzazione del Ministero degli Esteri; riflessioni sulla programmazione dei fondi strutturali 2014-2020. Infine, non manca la consueta sezione online dedicata ai bandi di gara europei.

Free!
Quaderni di ricerca numero 21

In questo numero sono pubblicati i lavori dei giovani ricercatori vincitori della seconda edizione del Premio Rassegna Economica, istituito in occasione degli 80 anni della storica rivista. Il Premio 2012 è rivolto a giovani laureati in discipline economiche e ha dato attenzione a due filoni di ricerca: 1) “L’interscambio e l’integrazione economica tra il Nord ed il Sud Italia” e 2) “Le relazioni economiche tra l’Italia ed il Mediterraneo”.

Free!
Dossier Unione Europea 1-2012

Questo numero del Dossier è dedicato alle grandi sfide dell’economia europea, italiana e del Mezzogiorno. Ci soffermiamo dunque sui comparti che possono rivestire un ruolo di primo piano nel nostro futuro: portualità, automotive, aerospazio, energie rinnovabili. E dedichiamo un approfondimento particolare alla Germania, una nazione leader che rappresenta una parte significativa dell’economia europea, che ha un’indiscussa leadership nelle decisioni di politica economica, ma che è anche un nostro competitor su molti mercati di export. In questo numero presentiamo, inoltre, interviste di grande interesse che, attraverso un punto di vista comunitario, approfondiscono le tematiche del mondo delle imprese, delle infrastrutture e delle politiche pubbliche. La rivista si completa con una sezione online dedicata ai bandi di gara europei.

Free!

SHAREHOLDERS

Mobile version: Enabled