Loading the content... Loading depends on your connection speed!

Opzioni di ricerca

Cerca

Showing 1–10 of 240 results

Dossier UE 1|2020

La prima parte della pubblicazione ospita un primo contributo sul Green Deal e la svolta ambientale dell’Europa in vista degli obiettivi del 2050, ed il tema è tanto vitale che neanche la crisi legata al Coronavirus ne ha rallentato i lavori. Guardando alle imprese, invece, l’attenzione si è concentrata sul contributo delle imprese del Mezzogiorno nelle catene del valore nazionali. L’emergenza Covid-19 ha reso ancora più cruciale l’analisi di tali rapporti al fine di cogliere quali siano le migliori strade da intraprendere.
La seconda parte della pubblicazione si apre con l’intervista al Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio, Sergio Prete, sul ruolo delle Zona Franca per lo sviluppo del territorio in una logica europea e ci si sofferma, poi, sull’impatto dell’epidemia da Covid-19 sul trasporto marittimo internazionale e sulla domanda globale di energia, due temi che pongono il nostro Paese al cento di una rete di scambi internazionali di primaria importanza.
La terza ed ultima parte del Dossier è dedicata ad uno speciale sulla filiera farmaceutica, un settore caratterizzato da legami di approvvigionamento e fornitura che vanno ben al di là dei confini nazionali; circostanza, questa, che nei mesi passati ha in alcuni casi subito gli effetti delle difficoltà logistiche legate alla pandemia in atto.

 

 


Etichette: , , , , , , , .
Condividi
Dettagli
I nuovi scenari economici di fronte alla sfida del Covid-19. Il ruolo dell’economia sociale in Italia e  nel Mezzogiorno | Luglio 2020

Il Rapporto mette a fuoco, attraverso la voce di vari autori, in che modo durante questo periodo il sistema di imprese sociali e organizzazioni di Terzo Settore ha saputo gestire l’emergenza, sia in termini di mantenimento dei livelli di produzione e occupazione, sia in termini di flessibilità organizzative e produttive in grado di far fronte alle variazioni, quantitative e qualitative, virulente e non previste, della domanda di cura che ci sono state in questi mesi.

Tra gli autori degli articoli e delle testimonianze del territorio: Fondazione con Il SudGruppo di imprese sociali – Gesco,  Intesa SanpaoloVITA, l’incubatore sociale Dialogue PlaceConfcooperative Federsolidarietà, le cooperative La Quercia di Trieste e Pares di Milano, la Caritas diocesana di NapoliCSV NapoliFigli in famiglia o.n.l.u.s., il Comune di Meta, l’Università di Salerno e il Dipartimanto di Scienze Politiche dell’Università di Napoli Federico II.

 

Gratis!
I nuovi scenari economici di fronte alla sfida del Covid-19. La filiera farmaceutica e l’impatto nel Mezzogiorno | Giugno 2020

Questo paper è il secondo di una serie di analisi rivolte a monitorare l’impatto del Coronavirus sui comparti strategici per il Paese. Questo secondo studio analizza la filiera farmaceutica, settore tipicamente anticiclico che non è stato – ovviamente – coinvolto in forme di blocco dell’attività produttiva essendo, al contrario, annoverato tra quelli prioritari per fronteggiare la difficile situazione in essere. Il modello di analisi adottato parte, quindi, dall’ipotesi che il settore abbia risentito meno di altri della recessione in atto e che potrà rappresentare uno dei settori trainanti del recupero dell’Italia dopo la pandemia.


Etichette: , .
Gratis!
Bollettino Mezzogiorno 1-2020

Il Bollettino Mezzogiorno 1-2020 mostra un quadro dell’arte, a fine 2019, in termini di Valore Aggiunto, tessuto imprenditoriale e contesto occupazionale, relazioni commerciale con l’estero e variabili creditizie. Negli ultimi mesi, tuttavia, l’emergenza sanitaria che ha colpito il nostro Paese (ma non solo) ha radicalmente e molto velocemente cambiato gli scenari economici rendendo, apparentemente, ormai superati i dati qui riportati. Essi rappresentano, tuttavia, la base da cui partire non solo per analizzare l’impatto di Covid-19, ma anche – e soprattutto – per tracciare i futuri percorsi di ripresa.
Le stime di tutti i principali Istituti economici parlano di un anno in recessione per il nostro Paese e l’impatto sui territori sarà, per forza di cose, diversificato a seconda delle caratteristiche intrinseche di ognuno, della dipendenza più o meno forte dai settori maggiormente colpiti dalla crisi e della capacità/velocità di ripresa che si metterà in campo.
In questo momento, fare delle previsioni sugli andamenti futuri – soprattutto a carattere regionale – è particolarmente difficile date le numerose incertezze ancora in essere. Ciononostante, SRM, da sempre attenta all’evoluzione delle dinamiche economiche delle regioni del Mezzogiorno, guarda con attenzione quello che sta accadendo e si pone l’obiettivo di analizzarne l’impatto fornendo nuove chiavi di lettura in vista della futura ripresa; il tutto partendo dalle informazioni ante-crisi qui riportate.

Gratis!
I nuovi scenari economici di fronte alla sfida del Covid-19. La filiera turistica in Italia e l’impatto nel Mezzogiorno | Aprile 2020

Questo paper è il primo di una serie di analisi rivolte a monitorare l’impatto del Coronavirus sui comparti strategici per il Paese. Questo primo studio analizza la filiera turistica in Italia e l'impatto nel Mezzogiorno. In particolare, sono esaminati gli impatti sulle presenze turistiche e il fatturato delle imprese “core” del settore (alberghi e ristoranti) effettuando alcune stime sulle prospettive di futura ripresa. Il modello previsionale adottato non prende in considerazione l’ipotesi più estrema, ossia che il lockdown prosegua così a lungo da rendere non più fruibile l’intera stagione estiva; pertanto si è ipotizzato una parziale apertura della stagione balneare e stimata la possibilità di un recupero, seppur parziale, nel terzo e quarto trimestre dell’anno. Partendo da tale ipotesi di base, sono stati poi elaborati due possibili scenari con una visione più pessimistica (Scenario A) ed una con una visione meno pessimistica (Scenario B).

Sono disponibili le schede regionali Abruzzo, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia ed anche il Lazio.


Etichette: , .
Gratis!
Un Sud che innova e produce | Volume 7 | La transizione tecnologica nelle filiere produttive: sostenibilità e innovazione come chiave di sviluppo

La ricerca affronta il tema del trasferimento tecnologico, un tema trasversale che riguarda tutte le filiere analizzate nella collana: alimentare, abbigliamento-moda, automotive, aeronautico, farmaceutico. La ricerca, elaborata secondo un approccio desk e field, mette in luce le caratteristiche della domanda e dell’offerta di innovazione sul territorio ed evidenzia i punti di forza e le aree di miglioramento del Mezzogiorno anche rispetto al contesto nazionale e internazionale nell’attuale fase di transizione ambientale e tecnologica.

Consulta la sintesi

Quaderni di Economia Sociale 1 |2020

Il numero, realizzato da SRM in collaborazione con la Fondazione con il Sud, presenta diversi approfondimenti sulla relazione tra etica ed economia, sulla presenza sempre più diffusa di fragilità economiche, sociali ed ambientali radicate soprattutto in alcune aree del Paese e sulle interessanti iniziative di solidarietà e di partecipazione civica che per fortuna non mancano sul territorio.

I numerosi contributi che lo arricchiscono provengono sia dal mondo accademico, per citare le Università di Napoli, Milano, Perugia e Salerno, che della ricerca (INAPP e ETIFOR), passando per la Caritas diocesana di Napoli e le Fondazioni (Sodalitas), realtà da sempre impegnate nelle attività rivolte al sociale e sensibili al mondo del non profit. Anche Intesa Sanpaolo è presente con un focus sul progetto WEBECOME rivolto alle scuole primarie che vede un numero via via crescente di esperti per contrastare i fattori di disgregazione sociale e culturale già nelle prime tappe della crescita.

Gratis!
Check-up Mezzogiorno – Dicembre 2019

Più investimenti e più lavoro per risalire la china

 Si ferma a fine 2019 l’economia del Mezzogiorno. Dopo 4 anni di crescita, l’Indice Sintetico dell’Economia Meridionale torna a calare, attestandosi 30 punti al di sotto dei livelli pre-crisi. Pesa innanzitutto l’andamento del PIL, che evidenza un indebolimento più intenso proprio al Sud: le previsioni indicano una mini-recessione (-0,2% secondo Svimez). In deterioramento anche il clima di fiducia delle imprese, specie manifatturiere, che torna a calare; come si ferma la nascita di nuove imprese.
Segnali di rallentamento anche per gli investimenti che si attestano ad un -32,3% dal picco del 2008; positivo il trend del Credito d’imposta Sud che ha però solo contribuito a limitare i danni.

Decelerazione anche sul versante occupazionale. L’andamento resta stagnante, si riducono le ore pro capite e aumenta la cassa integrazione. 1/3 dei nuovi assunti al sud sono a tempo parziale e con titoli di studio inferiori, l’occupazione si riduce tra i laureati. L’emergenza occupazione giovanile non accenna a ridursi, lavora meno di 1 giovane su 4.

Anche per l’export, che negli anni scorsi era l’indicatore che aveva tenuto a galla l’economia meridionale, si assiste ad una inversione di tendenza con un andamento altalenante (-2,8% nei primi nove mesi del 2019 rispetto allo stesso periodo del 2018). Resta positivo l’export turistico con una spesa dei viaggiatori stranieri che cresce dell’1,8%.

Il pacchetto di misure dedicate al Mezzogiorno contenuto nella Legge di Bilancio costituisce una prima importante risposta al rischio di avvitare l’economia meridionale in una spirale recessiva difficilmente sostenibile. Ma il rafforzamento strutturale della capacità competitiva dei territori resta un obiettivo imprescindibile: da perseguire mediante l’irrobustimento del tessuto produttivo, il rilancio degli investimenti pubblici e privati, un potenziamento della PA a supporto delle imprese.

Gratis!
Dossier UE 2| 2019

Il numero 2-2019 del Dossier Unione europea presenta una nuova veste e una nuova articolazione delle sezioni. La prima, “Unione europea e imprese”, ospita articoli dedicati alle imprese, all’economia europea e ai principali settori economici. Gli approfondimenti della seconda sezione, dal titolo “Unione europea e Infrastrutture”, riguardano la rete trans-europea dei trasporti, il settore energetico e la portualità. La terza e ultima parte del Dossier è dedicata alle “Politiche europee e Fondi Strutturali”, un tema ampio e di grande importanza per le ricadute sul territorio, soprattutto nel Mezzogiorno.

 


Etichette: , , , , , , .
Gratis!
La Finanza territoriale in Italia – Rapporto 2019

Oggi le Amministrazioni territoriali avvertono l’urgenza di un concreto rilancio degli investimenti nonché di un complessivo riordino del quadro tributario e dell’implementazione di un efficace sistema perequativo. In questo contesto, il Rapporto analizza la dinamica della finanza territoriale in Italia nel 2019. La sezione monografica presenta invece un focus sulle Amministrazioni regionali, all’avvicinarsi del primo cinquantenario della loro istituzione. Nei contributi si sottolinea l’importanza della disponibilità di una adeguata strumentazione di analisi e di idonei sistemi informativi a sostegno delle scelte degli enti decentrati, condizione per un più responsabile ruolo di governo. Tra i sistemi informativi una particolare attenzione è dedicata ai Conti Pubblici Territoriali, che forniscono l’articolazione territoriale dei conti della pubblica amministrazione.

Editore: Rubbettino


Etichette: , , , , , .
Gratis!

SOCI FONDATORI E ORDINARI

Mobile version: Enabled