Loading the content... Loading depends on your connection speed!

Opzioni di ricerca

Cerca

Showing 31–40 of 229 results

Intervista a Roberto Brazzale, Azienda Casearia GranMoravia – Rep. Ceca

Estratto dal Dossier 1-2017
“Ogni giorno dobbiamo re-inventarci e chiederci cosa dobbiamo cambiare, stare fermi è un’illusione. Lo studio settoriale, macroeconomico e strategico fa la differenza. Dobbiamo capire le cose un po’ prima dei nostri concorrenti e inventare ciò a cui loro non pensano ancora. Inventare per il consumatore, anche ciò a cui non pensa.” L’estratto dell’esperienza di quest’azienda che ha internazionalizzato la sua produzione e si afferma come caso di successo. Intervista diretta dalla Divisione Banche Estere di Intesa Sanpaolo.

 

Condividi
Dettagli
Intervista a Laurel Ostfield,  AIIB-Asian Infrastructure Investment Bank

Estratto dal Dossier 1-2017
L’Asian Infrastructure Investment Bank (AIIB) è una Banca Multilaterale di Sviluppo, inizialmente creata su spinta della Cina per sostenere i progetti nell’ambito della BRI che ha poi ampliato i propri ambiti di intervento anche ad operazioni esterne all’iniziativa. SRM ha intervistato Laurel Ostfield, Capo Comunicazione e Sviluppo, per definire il cammino fin adesso svolto dalla banca, i progetti in cui ha investito e quelli in cui intende investire e, infine,  il ruolo che l’Italia (quale membro fondatore della AIIB) e le imprese italiane possono avere nello sviluppo di questi progetti.

 

Quaderni di Economia Sociale 2|2017

SRM presenta il decimo numero dei Quaderni, sempre teso ad affrontare tematiche attuali e di interesse per la comunità nell'ottica della partecipazione civica.
In questo numero il dossier, realizzato in collaborazione con la Fondazione con il Sud e con la partecipazione di Banca Prossima, vengono presentati alcuni approfondimenti come ad esempio l'affinità tra Economia civile ed Economia islamica ovvero sul comune richiamo alla applicazione di principi morali nella attività economica, elemento che può facilitare la ricerca di cooperazione commerciale, economica e finanziaria tra mondo occidentale e mondo islamico. Un secondo articolo ha interessato il ruolo della partecipazione di consulenti alla vita delle organizzazioni allo scopo di migliorarne la gestione e di esprimere le proprie potenzialità. Altrettanto ricca di contenuti si presenta la sezione Ruolo Funzioni e Strumenti della finanza, delle politiche d’investimento e di inserimento sociale con un approfondimento sul ruolo delle fondazioni, sulla questione attualissima dell’”abitare” e sulla imprenditorialità sociale.
Oggi le fondazioni presentano una poliedricità che si estende anche al campo dei servizi sociali.

Gratis!
Dossier Unione europea 1|2017

Il numero di metà anno del Dossier Unione Europea amplia la sua proiezione internazionale sia nei settori dell’industria sia negli aspetti infrastrutturali dedicandosi alla proiezione dell’Europa e dell’Italia verso l’Estremo Oriente e il Far East. Nell’approccio a tali mercati, la via seguita sembra essere sempre più legata all’innovazione che appare l’arma vincente sui mercati esteri. Tale aspetto è evidente sia per quanto riguarda la rubrica “Europa ed Imprese” sia per la rubrica “Europa ed Infrastrutture” dove l’argomento chiave rimane quello dello sviluppo dei porti e della logistica.
La seconda sezione della Rivista si avvale delle collaborazioni quali l’International Propeller e Università del Pireo, che, con i loro saggi, inquadrano rispettivamente gli investimenti cinesi lungo la via della Seta e il ruolo di Hong Kong e il caso del Porto del Pireo. Due degli elementi di punta e di estrema attualità che stanno rivoluzionando il sistema dei trasporti marittimi dettando nuove leggi e nuovi scenari geo-politici. Hong Kong porta d’oriente per le aziende europee interessate alla Cina e il Pireo porta di ingresso cinese ai mercati occidentali.

Gratis!
Check-up Mezzogiorno – Luglio 2017

Continua la risalita del Mezzogiorno, trainata dalle sue imprese: questa, in sintesi, la fotografia che emerge dal Check Up di metà anno che Confindustria e SRM (centro studi del Gruppo Intesa Sanpaolo) dedicano all’economia e alla società meridionale. Dopo un 2015 che ha visto crescere le regioni del Sud più della media nazionale, le anticipazioni relative al 2016 confermano la tendenza alla crescita moderata, che dovrebbe proseguire anche nella prima parte del 2017.
Tale tendenza è confermata dall’Indice Sintetico dell’Economia Meridionale, elaborato da Confindustria e SRM, che mostra tutti gli indicatori in crescita (come già alla fine del 2016). In particolare, continua la crescita del PIL (+0,9% nel 2016), su livelli non molto lontani da quelli del 2015 (+1%), trainata dall’industria in senso stretto (il cui valore aggiunto è cresciuto, nel 2016 del 3,4%, oltre 2 punti in più della media nazionale). Quattro indicatori su cinque, ad eccezione dell’export, sono – tuttavia- ancora al di sotto dei livelli pre-crisi.

Gratis!
Bollettino Mezzogiorno 1-2017

A fine 2016 nel Mezzogiorno sono attive circa 1 milione e 686 mila imprese, il 32,8% delle imprese attive in tutta Italia. Rispetto al 2015, il dato è in aumento (+0,4%); in particolare, mentre si riduce il numero delle imprese individuali (-0,4% a 1.153.730 unità) e delle società di persone (-2,5% a 190.844), crescono le società di capitali (+5,7% a 288.152 imprese). Una tendenza analoga si riscontra anche nel Centro-Nord e in Italia. Due i settori in calo, manifatturiero e costruzioni con rispettivamente -0,9% e -0,8%; in leggero aumento l’agricoltura (+0,1%).
La forza lavoro nel 2016 è stata composta da 7 milioni e 527mila persone (il 29,2% del totale nazionale), in aumento del 2% rispetto al 2015. Il numero di occupati è salito a 6 milioni e 51mila persone (+1,7%) ed è aumentato il numero di disoccupati (+3,1%; -4% nel Centro-Nord e -0,7% in Italia). Il tasso di occupazione è salito al 43,4%, mentre il tasso di disoccupazione è aumentato portandosi al 19,6%; diminuisce invece il tasso di disoccupazione giovanile (da 54,1% a 51,7%) e sale leggermente quello di disoccupazione femminile (da 21,3% a 22,1%).
Per quanto riguarda invece le relazioni commerciali, nel 2016 il Mezzogiorno ha registrato un interscambio commerciale con l’estero pari a quasi 86,9 miliardi di euro, in calo del 4,1% rispetto al 2015; le importazioni sono state pari a 44 miliardi (-8,4%) e le esportazioni pari a 42,8 miliardi (+1,1%).

Gratis!
Sviluppo locale e rigenerazione urbana. Obiettivi e valori per una riqualificazione sostenibile della città di Napoli

Pubblicazione realizzata da SRM e Fondazione Banco Napoli – Fondazione, Aprile 2017

Questo studio è un volume a più voci, frutto del lavoro di ricerca di diversi studiosi, che punta ad indagare alcuni degli elementi chiave per la comprensione del fenomeno della rigenerazione urbana, partendo da un progetto concreto che riguarda Napoli, per poi allargare lo sguardo dell’analisi indagando esempi di esperienze di rigenerazione urbana a livello europeo.  I risultati della ricerca consentono di riflettere sulle opportunità e sulle azioni da intraprendere perché la rigenerazione sia strumento strategico per alimentare Sviluppo locale e rigenerazione urbana la crescita ed il miglioramento dei “luoghi”.

Gratis!
La Finanza territoriale in Italia – Rapporto 2016

Dalla difficile congiuntura della finanza pubblica, ai piani di rientro per le gestioni sanitarie, dal riordino delle istituzioni del territorio alla governance del governo locale, quindi le aree interne e gli enti di area vasta, la gestione dei fondi comunitari e le riforme nell’offerta dei servizi pubblici: questi i temi affrontati dal Rapporto 2016, temi che riflettono il complesso contesto economico e istituzionale in cui si muovono oggi le Regioni italiane.

Editore: FrancoAngeli


Etichette: , , , , , .
Gratis!
Quaderni di Economia sociale n. 1 – 2017

I quaderni di economia sociale sono già alla sua nona uscita. La rivista, curata da SRM in collaborazione con Fondazione con Il Sud e Banca Prossima, affronta nel numero il tema del volontariato, degli incubatori di impresa sociale, dell’emarginazione sociale ed, attraverso casi diretti, esperienze e best practice di enti no profit attivi sul territorio.
Negli ultimi anni, infatti, grazie all’interesse dimostrato dall’Unione Europea alla realizzazione di interventi relativi alle “politiche di coesione sociale” si è andato definendo un rapporto sempre più stretto tra il concetto di coesione ed il mondo del terzo settore e del volontariato in particolare. In tal modo il volontariato può dare un contributo alla crescita inclusiva, come previsto dalla strategia per la crescita Europa 2020.

Gratis!
Dossier Unione Europea 2 – 2016

Ancora una volta il numero si è concentrato su approfondimenti rivolti a porre in evidenza i punti di forza del nostro Paese con la loro proiezione internazionale. È il caso dell’industria manifatturiera e del turismo, curato nella rubrica “Europa ed Imprese” ed è così anche per la rubrica “Europa ed Infrastrutture” dove l’argomento chiave rimane quello dello sviluppo dei porti e della logistica.
Tanti sono i temi analizzati nel numero e sempre più internazionali i contributi esterni che ne arricchiscono i contenuti ad esempio Confitarma e Assoporti con i loro saggi inquadrano rispettivamente gli andamenti dello shipping mondiale.
Il principale obiettivo della rivista è sempre offrire un contributo all’individuazione e all’analisi di quei settori che possono dare uno slancio all’economia ed ai processi di integrazione Europea, nonché individuare i nuovi percorsi di sviluppo futuri.

Gratis!

SOCI FONDATORI E ORDINARI

Mobile version: Enabled